The Attendants

10719535_10203833979121654_789300819_n

1. Ciao ragazzi, come nasce la vostra band?

Olivier : Ciao, The Attendants è una storia di fratelli: Arnaud (basso) e Alex (voce) sono fratelli; Gaël (batteria) ed io (chitarra) siamo fratelli a nostra volta. Suoniamo insieme dal 2008. Ci siamo immersi nell’ascoltare musica punk grazie alle band degli ultimi anni 70. Il nostro primo album “Divison Act In The Human Nation”, pubblicato nel 2010, riflette questa influenza. Sfortunatamente, Alex, a causa della mancanza di tempo libero, ha dovuto lasciare la band. Quindi abbiamo deciso di continuare come terzetto.

2. Parlateci del vostro ultimo album “Metropol Agencies”.

Olivier : Abbiamo realizzato il nostro secondo album “Metropol Agencies” all’inizio di quest’anno. E’ stato registrato al Drüdenhaus Studio vicino a Nantes. Avevo già avuto l’opportunità di andarci con una mia altra band, i Justine. E’ stata l’occasione per Arnaud e Gaël di incontrare Benoit, il capo del posto. E’ stata un’esperienza unica, perchè abbiamo registrato in presa diretta su nastro, proprio come negli anni 70. Da un punto di vista musicale, questo album suona molto punk rock anni 90 (NRA, Nofx) con influenze post-hardcore (Fugazi, At The Drive in).

3. Quali band influenzano la vostra musica?

Olivier : Come detto prima, all’inizio le nostre influenze erano le punk bands di fine anni 70 come The Clash, Buzzcocks, Sex pistols. Oggi sono più Fugazi, At The Drive-In, Samiam, NRA… Ascoltiamo ancora oggi queste band, ma l’influenza del punk 70 è meno presente oggi.

4. Tre parole per descrivere il vostro progetto.

Olivier : politica, autonomia, amicizia.

5. Raccontateci un vostro aneddoto divertente.

Non so se è divertente, ma un pò di tempo fa, Ben e Joris dei One Thousand Directions (nostri compagni di strada) rinchiusero la mano di Gaël due volte nella portiera del furgone. All’inizio l’abbiamo preso come un sabotaggio, ma sono troppo gentili per averlo fatto deliberatamente. O almeno lo speriamo…

6. Consigliate tre album da ascoltare al momento.

Olivier : The Hoteliers (Home like no place is there), Defeater (Empty days and sleepless nights) and The Decline! (12.A Calvary Road).

7. I vostri contatti web.

www.theattendants.bandcamp.com

https://fr-fr.facebook.com/pages/The-Attendants

8. Un messaggio per LTMR e i suoi lettori.

Olivier : Grazie mille per questa intervista. Grazie per aver dimostrato interesse nei confronti della nostra piccola band. Grazie a quelli che leggeranno queste piccole righe che parlano di noi.

Annunci