Ermes

12314228_1008174715906107_5089775606349524162_o

  1. Ciao, come presenteresti la tua band ai lettori che non la conoscono?

Ciao, siamo gli ERMES, arriviamo da Prato/Piacenza ma proviamo in Val Tidone per complicarci le cose. Facciamo hardcore/punk/post-punk e ci piace tante mangiare, bere, suonare e tutte le altre cose che si fanno in compagnia.

2. Parlateci del vostro ultimo lavoro in studio.

Il nostro “studio” è stata la taverna dello Step (papà del batterista) a Trevozzo Val Tidone, sulle colline piacentine. Abbiamo registrato i 6 pezzi in presa diretta in una giornata ed abbiamo successivamente registrato voci, mixato e masterizzato (sempre con le nostre mani) a Prato, nelle sale prove di SantaValvola.
LaClassicaOdio ci ha disegnato l’artwork ed una volta stampate le copertine, abbiamo masterizzato uno ad uno i cd ed impacchettati per bene.
Ci assumerebbero senza dubbio da Amazon.


3. Ci sono delle band che vi hanno influenzato in modo particolare nella vostra carriera?
Suoniamo tutti da anni ed abbiamo militato in diverse band della scena underground italiana, dei più svariati generi. C’è chi arriva dal noise, chi dal punk, dal post-rock, dal garage. Diciamo che più delle band, ci ispira la musica in generale.

4. Tre parole per descrivere la vostra musica.
Le rubiamo da una recensione che ci hanno fatto (grazie Elena!):
vitalità, dinamicità, urgenza.

5. Qual’è il brano del vostro repertorio che fareste ascoltare a qualcuno che non vi conosce e perché?
Probabilmente “Stevie Ray” perchè è la prima canzone che è stata scritta ad otto mani anche con Robert, che è entrato alla voce poco dopo aver scritto i primi 5 pezzi.
E poi perchè il testo ci piace assai.

6. Tre dischi da avere assolutamente.
Siamo in 4, quindi ne dobbiamo dire 4 dai!
Robert: Relationship of command Emanuele: Goo
Andrea: American Don Fabio: Rage Against The Machine   

7. Consigliateci tre band italiane da ascoltare.
Anche qui una a testa, per la par condicio?
Robert: Ruggine Emanuele: Solki Andrea: Ronin Fabio: Titor      


8. Raccontateci un aneddoto divertente che vi è capitato.
Purtroppo abbiamo suonato ancora poco in giro per poter parlare di mirabolanti avventure. Per ora quello più divertente è l’aerofagia acuta dopo un kebab, buonissimo davvero però, mangiato in una pausa in sala prove.

9. Progetti per il futuro?
Suonare tanto, in Italia ed in Europa, conoscere gente, registrare altri dischi, divertirsi ed appassionarsi sempre di più.

10. Ricordateci i vostri contatti web.

www.facebook.com/ermesband

  1. ermesband.bandcamp.com

e poi cercateci anche su youtube che c’è qualche video simpatico.

Annunci