Crosswise Decay

crosswise pic1

1. Ciao, come presenteresti la tua band ai lettori che non la conoscono?

Ciao, siamo i Crosswise Decay e veniamo da Livorno; ci piacciono i cuccioli, preparare le torte e le lunghe passeggiate sulla spiaggia. Siamo attivi dal 2012 e suoniamo skatepunk, almeno ci proviamo.

2. Parlateci del vostro ultimo lavoro in studio.

Dopo il nostro primo ep uscito nel 2014 “Finally something decent” ci siamo chiusi di nuovo in studio e a cavallo tra l’anno corrente e quello passato abbiamo registrato “Crosswised” (Inconsapevole/Ghost Factory Records), un’ep bello ciccione di 8 tracce che l’8 Maggio al Surfer Joe di Livorno non vediamo l’ora di presentare; intanto vi potete ascoltare il singolo “Life could not be the same without Jackie” e guardare il video di “Songs that last more than two minutes suck” (Sì, ci piacciono i titoli lunghi). Durante Maggio e Giugno saremo in giro per l’Italia a pubblicizzare questo disco nel nostro primo tour, dire che non vediamo l’ora è un eufemismo.

3. Ci sono delle band che vi hanno influenzato in modo particolare nella vostra carriera?

Siamo cresciuti con i Green Day, ma il primo approccio con la musica punk un po’ più cattivella lo abbiamo avuto coi Guff, un gruppo sconosciutissimo che ci ha fatto innamorare al primo ascolto, dopo di loro abbiamo scoperto i NOFX e da lì è stato tutto in discesa: A wilhelm scream, Belvedere, Lagwagon, Bad religion, Propagandhi, This is a standoff, Flatliners, solo per citarne alcuni.

4. Tre parole per descrivere la vostra musica.

Veloce, Sincera, Copiata.

5. Tre dischi da avere assolutamente.

“Fast forward eats the tape” – Belvedere

“The Decline” – NOFX

“Let’s talk about feelings” – Lagwagon

6. Raccontateci un aneddoto divertente che vi è capitato.

Una delle cose più divertenti e surreali che ci è capitata è stata quella volta che abbiamo i̶̶n̶̶c̶̶u̶̶l̶̶ preso in prestito una barca. Barca è azzardato, era un guscio scorticato, talmente malridotto che pareva soffrisse d’idrofobia, lungo due metri e largo uno, che avrebbe potuto portare con difficoltà una persona, due, al massimo. Noi ci stavamo in quattro. Ale ed il Ribe ai lati, a remare, Thomas a poppa che timonava con un altro remo, mentre Mirko, sulla prua, aveva l’incarico più importante di tutti: la polena. Siamo andati per una settimana girovagando per i fossi di Livorno, cacandoci addosso per ogni altra imbarcazione che ci passava accanto, e abbiamo scoperto cosa c’è sotto Piazza della Repubblica, cazzo se fu ganzo.

7. Progetti per il futuro?

Suonare, suonare, suonare. Farci ascoltare da più gente possibile, migliorare sempre di più, drogarci, fare un bel tour gigante in giro per il mondo, suonare ancora, conoscere un sacco di gente bellissima, suonare con gente bellissima mentre ci droghiamo.

8. Ricordateci i vostri contatti

Potete trovarci su facebook: https://www.facebook.com/CrosswiseDecay?ref=bookmarks

E questo è il nostro canale youtube, dove ci divertiamo a caricare simpatici siparietti e video casuali (anche i video seri, a volte)

https://www.youtube.com/channel/UCPP5YiinqF4I3tdz-Sk4NMw

Tra poco “Crosswised” sarà disponibile su ogni piattaforma online possibile e inimmaginabile in streaming e download gratis, ascoltatelo perché la gente che lo ha ascoltato ha detto che è bellino.

Crosswise Decay

Annunci