Interviste: Lags

11782377_871925286229760_483901506829445552_o

1. Ciao, come presenteresti il progetto LAGS ai lettori che non lo conoscono?

Ciao! I Lags sono un progetto musicale nato a Roma nel 2013 grazie alla collaborazione fra Antonio Canestri (voce e chitarra di HILO) ed Andrew Howe (atleta italiano e già batterista dei Craiving).  Oggi, dopo varie peripezie, la band è composta anche da Gianluca, Daniele e Flavio, che supporta la band quando Andrew è impossibilitato a seguire il progetto per cause lavorative.

2. Dateci qualche anteprima sul vostro ultimo lavoro in studio.

“PILOT” è un album composto dalle undici canzoni scritte dal primo giorno in cui la band è stata formata.
Registrato da Lorenzo Stecconi (chitarrista della band LENTO e noto producer), vede la collaborazione dei ragazzi dell’LRS Factory, storico studio di registrazione romano.
L’aspetto grafico è stato curato interamente da Alberto Becherini, mentre i testi sono per l’80% opera di Luca de Santis, nostro amico ed ex cantante.

3. Ci sono delle band che vi hanno influenzato in modo particolare nella vostra carriera?

Sicuramente possiamo citare Fugazi, Husker Du, At the drive-in, Rival Schools, Refused, Christiansen, Brand New, Tribute to nothing, Metz, Japandroids, Nirvana e via discorrendo. Siamo fortemente legati agli anni novanta, come immaginario, gusti e sonorità.

4. Tre parole per descrivere la vostra musica.

Genuina, semplice, nostalgica.

5. Qual’è il brano del vostro repertorio che fareste ascoltare a qualcuno che non vi conosce e perché?

Forse citerei “War Was Over”, che faceva parte anche del nostro vecchio EP “Preludio”. Ha un testo che rappresenta un po’ il concept dell’album ed una composizione che racchiude tutti i passaggi salienti del nostro disco.

6. Tre dischi da avere assolutamente.

Relationship of command – At the drive in
United by fate – Rival Schools
Fugazi – End hits

7. Consigliateci tre band emergenti da ascoltare.

Dischi di band emergenti degni di nota attualmente non ne conosciamo, forse potremmo citare alcuni progetti più recenti: METZ, Cloud Nothings, Fidlar.

8. Raccontateci un aneddoto divertente che vi è capitato.

Beh, avere un batterista che in Italia è considerato un VIP crea sempre delle situazioni imbarazzanti, ma anche molto divertenti, soprattutto se consideriamo il basso profilo adottato da noi e dallo stesso Andrew. Però non ci sono ancora aneddoti così importanti da raccontare. Possiamo provarci fra un annetto.

9. Progetti per il futuro?

Andare in tour, possibilmente all’estero.

10. Ricordateci i vostri contatti web.

Facebook.com/wearelags

Annunci